Attacchi di Panico? Ecco Cosa Fare e Cosa Sono!

Gli attacchi di panico possono colpire persone di ogni età, ma statisticamente sono coinvolte maggiormente giovani, anche al di sotto dei 20 anni. In Italia si stimano circa 10 milioni di persone che sono afflitte da questo problema.

attacco di panico

Apparentemente senza alcun motivo, si possono avvertire sensazioni come tremori, vertigini, sudorazione abbondante, difficoltà di respiro e l’elenco potrebbe tristemente continuare. In circostanze normali, se una persona prova uno o più di questi sintomi, reagisce all’evento non attribuendo a questo particolare importanza. Persone invece particolarmente sensibili, o che magari stanno vivendo un periodo di forte stress sia mentale che fisico, non riescono ad ignorare le sensazioni, e possono addirittura allarmarsi scatenando vere e proprie sensazioni di terrore, imminente paura di morire e in alcuni casi svenimenti.

Gli attacchi di panico, generalmente durano dai 2 agli 8 minuti ma si possono protrarre anche per ore e talvolta si ripresentano più volte durante la giornata. Quando i sintomi si calmano, ci si sente turbati profondamente e stanchi, ma soprattuto accade qualcosa di anomalo nella mente…

Il “loop” del panico

Sperimentate sulla propria pelle le spiacevoli sensazioni che gli attacchi di panico causano, si è talmente scossi dall’accaduto al punto da chiedersi: “Come mai mi sento così?…vuoi vedere che ho una malattia?”… A questo punto chi ne soffre resta in uno stato di “attesa del prossimo attacco”, si ha paura che avvenga nuovamente, e quando capita, il terrore si ripresenta, spingendo la persona ad una frenetica ricerca di cure e rimedi. Non sempre si ha il coraggio di parlarne con conoscenti o familiari e si affronta il problema con imbarazzo iniziando a ricercare la causa del problema ripercorrendo con la memoria il primo attacco: il ricordo si è ben impresso nella memoria. A questo punto, isolate le possibili cause dell’accaduto, capita di limitare la propria libertà di azione: c’è chi non frequenta più luoghi affollati, chi non guida più l’auto in autostrada, chi addirittura per periodi anche lunghi non esce più di casa per la paura di “svenire improvvisamente”. Non trovando sollievo, ci si rivolge quindi a medici, che il più delle volte liquidano il problema dicendo “…non hai niente… è solo ansia”. Di fronte a pazienti particolarmente ansiosi, spesso i medici prescrivono farmaci che alleviano i sintomi ma non curano definitivamente la causa.

Le cure per gli attacchi di panico tradizionali

Nella maggior parte dei casi, i soggetti colpiti da attacchi di panico o stati ansiosi, vengono trattati con costosi cicli di psicoterapia e vengono prescritti ansiolitici, antidepressivi, betabloccanti ed eventualmente altri costosi controlli medici o visite specialistiche.

Ma siamo sicuri che siano solo queste le strade possibili?

Rimedi alternativi e naturali per curare gli attacchi di panico

Ovviamente, per i casi più gravi le terapie psicologiche e l’utilizzo di farmaci sono necessarie, ma non è detto che ogni singolo caso vada trattato con questi strumenti, per alcune semplici ragioni:

  1. i farmaci possono dare dipendenza e trattano il sintomo, non la causa
  2. affidarsi a figure specialistiche ha i suoi vantaggi ma comporta costi che spesso risultano importanti e talvolta non sostenibili

Il mio personale consiglio, da persona che ha sofferto di gravi attacchi di panico per molto tempo ma è guarito in maniera naturale al 100%, è di documentarsi, approfondire anche sul web l’argomento e tentare PRIMA tutte le possibili strade che non implicano l’utilizzo di farmaci.

L’e-book che ha dato origine a questo sito, contiene molte tecniche naturali e consigli che possono produrre risultati apprezzabili già dai primi giorni, testate su molteplici casi di persone che ora vivono libere dalle crisi di panico, testimoni del fatto che dal panico si può guarire naturalmente, in tempi brevi e senza farmaci.

Per approfondimenti e per scaricare gratuitamente un’anteprima del testo CLICCA QUI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *